PERCORSO FORMATIVO IN AROMATERAPIA OLISTICA PER GATTI

Corso Base

Si compone di 6 moduli in modalità Blended Learning  – 5 moduli in live streaming con chat per domande, video lezione offline e dispense pdf e 1 modulo in aula con Workshop pratico. Ad ogni modulo è previsto un test. L’esame finale è scritto online.

MODULO 1

Non è necessaria alcuna conoscenza precedente dell’aromaterapia. In questo modulo vengono gettate le basi dell’aromaterapia olistica per gatti.

  1. Inroduzione all’aromaterapia per gatti
    L’aromaterapia animale è diversa dall’aromaterapia umana; in particolare per quanto riguarda le precauzioni di sicurezza, le azioni e gli usi in base alla storia clinica del soggetto / allergie / controindicazioni / razza / taglia / età, ecc

2. Storia dell’aromaterapia
Storia degli aromaterapia nel corso del tempo e il suo utilizzo sugli animali.

3. Sicurezza, precauzioni e controindicazioni
Questo modulo coprirà argomenti che riguardano la sicurezza, le reazioni fototossiche, mucose e irritanti per quanto riguarda il gatto.

4. Produzione degli oli essenziali
Come conservare e maneggiare correttamente gli oli essenziali, gli olii vettori e le basi botaniche. Come vengono estratti.

5. Qualità
L’importanza di cercare ingredienti di qualità da fonti sostenibili.

6. Olii vettore
Cosa sono, quali sono, come si conservano, rapporto di diluizione nell’utilizzo per gatti.

7. Proprietà degli oli essenziali.
Proprietà terapeutiche degli oli essenziali. Un elenco dettagliato delle proprietà di ogni singolo olio.

8. Le basi per le miscele
Gli olii portanti e le basi botaniche sono le fondamenta per la creazione di una miscela aromaterapica. Possono essere utilizzati da soli in base alle loro proprietà terapeutiche individuali e come base per la diluizione di oli essenziali puri per applicazione topica.

MODULO 2

Anatomia e fisiologia del gatto che interessa l’Aromaterapia.
Il modulo si focalizzerà sulla struttura e sulla funzione dei principali sistemi corporei e sulle applicazioni / usi degli aromatici sulla base delle loro proprietà terapeutiche utili per il benessere emotivo e fisico.

  1. Sistema cardiovascolare / circolatorio
  2. Apparato digerente
  3. Sistema immunitario
  4. Sistema tegumentario
  5. Sistema linfatico
  6. Sistema muscoloscheletrico
  7. Sistema nervoso
  8. Sistema urinario
  9. Sistema respiratorio

MODULO 3

  1. Profili degli oli essenziali
  2. Come si applica la chimica agli oli essenziali
  3. Composizione chimica degli oli essenziali
  4. Analisi degli oli essenziali in commercio: cosa c’è nella boccetta
  5. Chemiotipi, sinergia e vibrazioni
  6. Idrolati e oli essenziali

MODULO 4

1. Metodi di applicazione
Verranno trattati e dimostrati tramite video i diversi metodi di applicazione degli oli essenziali sul gatto. Come applicare o diffondere in modo sicuro l’uso di oli essenziali. Diluizioni. Saranno considerati i Metodi di Diffusione, inalazione e applicazione topica e Raindrop.

2. Ricette e miscele
Lo studente imparerà le tecniche di fusione di base per creare miscele semplici da utilizzare con i gatti. Tabella di diluizione e ricette di esempio incluse.

3. Aromaterapia per l’equilibrio fisico, emotivo e spirituale
Il gatto secondo l’approccio olistico.
Spirito, animo e corpo

4. Profili energetici degli oli essenziali

MODULO 5
Workshop pratico obbligatorio in aula a Milano

  1. Neurobiologia della emozioni
  2. Intelligenza emotiva
  3. Emozioni Feline
  4. Composizione di miscele
  5. Esercizi pratici
  6. Esercizi di empatia
  7. Esercizi rilascia/ricevi

MODULO 6

  1. Esercitazioni pratiche
  2. Relazione e legame empatico
  3. Oli essenziale e farmaci
  4. Oli essenziali e feromoni sintetici
  5. Il sistema sociale e territoriale del gatto
  6. Lettura degli stati emotivi del gatto
  7. La comunicazione feromonica

ESAME FINALE:
Esame scritto online

ATTESTATO FINALE:
Rilasciato dal Centro di Cultura Felina

DATE:

MODULO 1 – Lunedì 18 febbraio 2019 dalle 19 alle 21
MODULO 2- Lunedì 11 marzo 2019 dalle 19 alle 21
MODULO 3 – Lunedì 8 aprile 2019 dalle 19 alle 21
MODULO 4- Lunedì 13 maggio 2019 dalle 19 alle 21
MODULO 5 – Modulo in aula obbligatorio – Workshop pratico a Milano Sabato 22 dalle 9 alle 18,30 e Domenica 23 giugno 2019  dalle 9 alle 13
MODULO 6- Lunedì 15 luglio 2019 dalle 19 alle 21

COSTI:

Totale Corso Base € 1150 così suddivisi in tranche mensili:

  • Quota di iscrizione € 150
  • Ogni modulo in blended learning € 150
  • Modulo in Aula € 200
  • Esame finale e Attestato finale € 50

L’importo totale è comprensivo della quota associativa

CORSO AVANZATO
(Solo per Operatori BEG® certificati)

MODULO ONLINE
Casi di studio
Stati emotivi nel gatto e utilizzo degli oli essenziali per problemi comportamentali come coadiuvanti all’intervento dell’Operatore
Traumi e stress: gestirli con il supporto degli oli essenziali

ESAME FINALE:
2 casi di studio presentati dallo studente
1 esame pratico A MILANO

ATTESTATO FINALE:
DIPLOMA OPERATORE IN AROMATERAPIA OLISTICA PER GATTI

COSTI:

Totale Corso Avanzato € 600 così suddivisi in tranche mensili:

  • Quota di iscrizione  € 50
  • Ogni modulo  € 150 (150×2 moduli)
  • Modulo Pratico € 200
  • Diploma finale € 50

Boli di pelo: attenzione!

Cosa sono i boli di pelo?

I boli di pelo sono masse compresse di pelo, saliva e cibo non digerito. Si formano nel sistema digestivo del gatto, dalla gola all’ano. La maggior parte delle persone sa solo che i loro gatti hanno i boli di pelo quando ne vomitano uno, il che accade quando la palla di pelo diventa troppo grande per passare attraverso il loro apparato digerente all’intestino.

I boli di pelo possono però essere mortali. I boli di pelo possono bloccare le vie aeree (il gatto tossisce o vomita cercando di espellerli) o  il loro intestino.

Come capire se il gatto ha effettivamente vomitato un bolo di pelo?

  • I boli di pelo sono sempre a forma di tubo.
  • I boli di pelo sono masse di pelo molto compresse. Possono essere presenti frammenti di cibo, ma l’evidente materiale principale è il pelo compatto.

Quando chiamare un veterinario

È tipico che i gatti che mangiano cibi commerciali vomitano uno o due boli di pelo al mese, ma a volte i boli di pelo non sono normali e possono essere un segno di una condizione medica sottostante.

Consultare un veterinario quando i g

atti presentano uno dei seguenti sintomi:

  • Incapacità di defecare
  • Piangono mentre si trovano nella lettiera.
  • Perdita di appetito o rifiuto di mangiare o bere. I gatti non dovrebbero mai digiunare – il digiuno è sempre un sintomo di un grave problema di salute.
  • Conati di vomito continui o ripetuti, tosse secca.
  • Addome gonfio o tenero
  • Letargia

Clicca qui per qualche consiglio pratico

Attenzione perché

  • L’acido dello stomaco che rimane intrappolato  può portare a ulcere e all’erosione del rivestimento dello stomaco.
  • Stipsi. I boli di pelo nell’intestino possono bloccare le feci
  • Frequenti vomiti di qualsiasi tipo possono causare squilibri elettrolitici che possono portare a disidratazione, cambiamenti nella frequenza cardiaca e pressione sanguigna, vertigini, confusione, irrequietezza, agitazione, convulsioni e persino coma.
  • Problemi di salute orale. L’esposizione frequente all’acido gastrico può causare carie e altri problemi di salute orale.

Come vengono ingoiati i peli?

I gatti ingoiano pelo quando si puliscono (grooming). Il pelo non è facile da digerire quindi può rimanere nello stomaco di un gatto per un bel pò finché non c’è n’è abbastanza per formare un bolo. I gatti non digeriscono le cose nell’ordine in cui vengono inghiottite, ma gli elementi  passano attraverso il loro sistema digerente in ordine di digeribilità, mentre quelli meno digeribili restano più a lungo nei loro si

stemi digestivi.

Inghiottono il pelo a causa delle piccole p

apille cornificate che sono presenti sulla loro lingua. La lingua del gatto è come un pennello.

Anche il ciclo di crescita del pelo del gatto ha rilevanza. La pelliccia del gatto ha una fase di riposo e una fase di crescita, che sono innescate da cambiamenti stagionali. La fase di crescita inizia con la perdita dei vecchi peli e la crescita di quelli nuovi. I gatti all’aperto di solito cambiano il pelo due volte l’anno: primavera e autunno. Ma i gatti indoor perdono e cambiano il pelo praticamente tutto l’anno.

Dieta

Frequenti boli di pelo di solito possono essere ridotti al minimo con un cambiamento nella dieta. Prima di apportare modifiche dietetiche, consigliati con il tuo veterinaro.

Aggiunta di fibra agli alimenti. Gli alimenti ricchi di fibre aiutano i peli ingeriti a passare agevolmente attraverso il tubo digerente, in modo che non rimangano bloccati nello stomaco. Fate attenzione a non aggiungere troppe fibre, in quanto possono causare diarrea, gonfiore o gas.
La dieta influisce notevolmente sulla salute del pelo di un gatto perché il 30% della proteina influenza la crescita dei peli. Per aiutarli a ottenere un mantello più sano, a perderne di meno e ad avere meno bisogno di cura del mantello da parte nostra, dovrebbero mangiare proteine ​​di alta qualità e altamente digeribili; ricevere abbastanza acidi grassi essenziali; e mangiare cibi a cui non hanno sviluppato sensibilità.
Gli acidi grassi essenziali (EFA) aiutano a mantenere una pelle sana e un pelo che riduce la perdita e aiuta a mantenere un apparato digerente sano. Entrambi questi benefici sono utili per i gatti con problemi di boli di pelo.

Clicca qui per inostri consigli naturali

Ma quanto miagoli!

I gattini miagolano alle loro madri quando hanno fame, freddo o paura. Ma una volta che i gatti crescono, usano altri tipi di vocalizzazioni – come soffiare e ringhiare – per comunicare tra loro.

Il miagolio è riservato per la loro comunicazione con gli umani.

Ovviamente, la quantità di miagolii varia a seconda della razza e persino del gatto. Le razze orientali, in particolare i gatti siamesi, sono conosciute per essere grandi “chiacchieroni”.

Perché i gatti miagolano?

I gatti miagolano per molte ragioni, può esserci un motivo serio o semplicemente una ricerca di attenzioni.

Vediamo tutte le casistiche.

Malattia. Il primo passo è un controllo approfondito da parte del veterinario. Numerose malattie possono indurre un gatto a provare fame, sete o dolore, il che può portare a miagolii eccessivi.

In cerca di attenzioni. I gatti spesso miagolano per iniziare il gioco, per chiedere carezze o per stare in loro compagnia. Se vuoi ridurre i miagolii di ricerca di attenzione, smetti di rispondere alle sue vocalizzazioni ! Attira la sua attenzione solo quando è silenzioso e tranquillo. Se lei inizia a miagolare di nuovo, girati e ignoralo. In questo modo può apprendere che quel comportamento non porta alla risposta sperata e smette di eseguirlo. Allo stesso tempo, però Micio non va ignorato completamente tutto il giorno! Trascorri ogni giorno del tempo di qualità con lui, giocando, spazzolandolo e parlando con lui, fissando un orario che potrai mantenere quotidianamente. Un gatto appagato è un gatto più tranquillo.

Fame. Alcuni gatti miagolano ogni volta che qualcuno entra in cucina, sperando di ottenere da mangiare. E molti gatti diventano molto vocali quando si avvicinano ai loro orari di alimentazione. Se questo è il tuo problema, non dare da mangiare al tuo gatto quando piange. Aspetta che si acquieti per proporre il cibo.

Ti sta salutando. Molti gatti miagolano quando i loro umani tornano a casa o anche quando li incontrano in casa in qualche stanza. Micio è felice di vederti!

Si sente solo. Se il tuo gatto trascorre troppe ore al giorno da solo, pensa di arricchire la sua vita casalinga. Lascia dei giocattoli con del cibo all’interno da scovare. Ruota i vari giocattoli ogni giorno. Fornisci ripiani sui quali saltare e un tiragraffi accanto alla finestra sul quale salire e guardare fuori, se non ha la possibilità di uscire.

Stress. I gatti che stanno vivendo un momento di stress spesso diventano più vocali. Un nuovo animale domestico o un bambino, un cambiamento in casa, una malattia o la perdita di una persona cara possono trasformare il tuo gatto in un grande vocalizzatore. Cerca di scoprire cosa sta stressando il tuo gatto e aiutalo ad adattarsi al cambiamento. Se ciò non è possibile, dai al tuo gatto un’attenzione particolare e un tempo tranquillo per calmarlo.

Anzianità. I gatti, proprio come le persone, possono soffrire di una forma di confusione mentale o disfunzione cognitiva mentre invecchiano. Diventano disorientati e spesso piangono lamentosamente senza una ragione apparente, specialmente di notte. Una luce notturna a volte può aiutare se il tuo gatto si trova disorientato di notte.

E’ in calore. Se il tuo gatto non è sterilizzato o castrato, vocalizzerà nei periodi di amore. Le femmine miagolano quando sono in calore, e i maschi miagolano quando sentono l’odore di una femmina in calore. Entrambi possono essere esasperanti perciò per il tuo bene ma anche per il suo, ti consigliamo di sterilizzarlo.

Cosa non fare

Non ignorarlo senza accertarti che non ci siano problemi. A volte i gatti miagolano per una buona ragione – non possono raggiungere la lettiera, sono intrappolati in una stanza, la ciotola dell’acqua è vuota. Controllali quando miagolano per determinare se è qualcosa che puoi tranquillamente ignorare o un problema che deve essere corretto immediatamente.

  • Non punire il gatto. Urlare e spruzzare i gatti con l’acqua raramente funziona per calmarli, anzi tutte quelle azioni renderanno il tuo gatto diffidente o addirittura impaurito da te.
  • Non arrenderti. Se il tuo gatto è abituato a ottenere ciò che vuole miagolando, miagolerà di più, e più forte! In altre parole, probabilmente peggiorerà prima di migliorare.
  • Continua a premiare un comportamento tranquillo e a ignorare i miagolii, e alla fine apprenderà 🙂
Pages:12»