Traslocare con Micio

La vita Di Micio ruota attorno al territorio. Non c’è nulla di tanto importante per lui e per il suo equilibrio emotivo quanto il territorio! Tutto questo è fatto di tante cose familiari che lo circondano. I cambiamenti quindi sono un grande stress per Micio, e’ come se il suo mondo venisse improvvisamente sconvolto!

Come possiamo aiutare Micio ad ambientarsi nella nuova casa? Come possiamo aiutarlo a non rimanere troppo disturbato da questo cambiamento così scioccante?

Il trasloco fatto nel modo sbagliato può provocare seri danni alla salute emotiva di Micio, tante sono le problematiche comportamentali legate a questo evento quando è fatto nel modo scorretto: urinazione e defecazione inappropriate, miagolii eccessivi, desiderio di fuggire, perdita di pelo ecc…

Prima di portare Micio nella sua nuova casa, dovete preparare la stanza a lui dedicata per i primi giorni, che dovrà contenere, così come il resto della casa, assolutamente qualcosa della vecchia casa che lui utilizzava, soprattutto se avete deciso di cambiare tutto il mobilio. Bastano piccole parti della vecchia casa per rendere questo nuovo territorio più sicuro!

Non comprate i mobili nuovi tutti in un colpo, ma un po’ alla volta, se potete. Questo aiuterà Micio ad ambientarsi pian piano e a tollerare meglio i nuovi oggetti che entreranno a fare parte del suo nuovo territorio.

Micio avrà bisogno di depositare il suo odore e di riconoscere gli odori a lui famigliari. Lui vive in un mondo di odori e non può separarsene! A lui non importa quanto bella e moderna e’ la nuova casa! A lui importa di essere circondato di tutti gli odori che conosce e di poter individuare il suo odore depositato nel nuovo territorio.

Qualche consiglio sul tiragraffi

Il tiragraffi è un elemento importante per l’arricchimento ambientale del vostro gatto in casa. Non solo, è fondamentale per permettere al vostro gatto di poter marcare il suo territorio, che è una cosa fondamentale per il suo equilibrio all’interno di casa vostra.

Più gatti ci sono, più tiragraffi dovete procurarvi, per permettere di avere un ambiente utilizzabile anche in verticale.

I tiragraffi possono essere posti in posizioni tranquille della casa  in più stanze possibili, ma anche vicino alle finestre (come nella foto) per permettere al vostro gatto di godersi la vista del mondo esterno.

L’importante è che osserviate con attenzione come i vostri gatti si dividono il territorio in casa per poi aiutarli con questi attrezzi, rispettando la LORO scelta di suddivisione!

Stress territoriale

Gli spruzzi di urina sono un importante mezzo di comunicazione nel territorio felino.

Per spruzzare il gatto sta in piedi, di solito facendo dei piccoli passi con le zampe posteriori, fa vibrare la coda e spruzza una piccola quantità di urina su una superficie verticale, lasciando un odore molto intenso. I posti prescelti per spruzzare comprendono porte, finestre, porticine per gatti, tende, prese elettriche, sacchetti della spesa o per le immondizie. Il gatto per marcare emette spruzzi d’urina su superfici verticali ad una distanza da terra di circa 30 cm.

Quando spruzza le ghiandole anali secernono un liquido molto odoroso (I FEROMONI) attraverso il quale segnalano il loro stato d’animo, il loro stato riproduttivo, il loro genere ecc…

La marcatura urinaria è deposta con due significati diversi: quello sessuale e quello di organizzazione territoriale.

Esludendo il significato sessuale, il fatto di spruzzare urina in casa è un evidente segnale di stress territoriale. La casa dovrebbe essere un territorio sicuro per il gatto, un rifugio in cui non si sente nè minacciato, nè sfiduciato, quindi se siamo di fronte ad una situazione in cui il gatto sente l’esigenza di spruzzare urina in casa, siamo inevitabilmente di fronte ad una situazione di stress territoriale dovuta molto spesso alla presenza di un conspecifico.

Proprio nella sua vulnerabilità, il gatto usa un comportamento del tutto naturale (quello di spruzare urina) che di solito viene impiegato nelle situazioni di conflitto.

In presenza di un conspecifico nuovo, il gatto quindi è costretto a riorganizzare il  proprio territorio attraverso l’aumento delle marcature. In particolare, con  la marcatura urinaria, il gatto cerca di allontanare il fattore destabilizzante rimarcando la propria presenza nell’ambiente.

Sgridando il gatto non si fa altro che peggiorare il problema portando il felino ad uno stato ansioso. L’impossibilità di riorganizzare il territorio e il deterioramento delle relazioni con i familiari, infatti, portano il gatto ad aumentare il comportamento di marcatura.