BOTTI DI FINE ANNO

La paura è un’esperienza generata nel cervello!

Come possiamo far sentire più sicuri i nostri amici gatti in questo periodo dell’anno? Intanto vediamo che cos’è la paura e come gestire un gatto pauroso.

PAURA: PERCHE’?

Innanzitutto vediamo quali sono le cause per cui i rumori scatenano la paura nel gatto.

I gatti hanno istintivamente reazioni naturali a rumori forti o inaspettati, ma alcuni gatti hanno un’eccessiva paura del rumore. A volte questa paura è così estrema da influire sulla capacità di un gatto anche di godersi la vita quotidiana.

Nella maggior parte dei casi, la paura dei rumori è causata da profonde insicurezze che possono essersi sviluppate durante il periodo di sviluppo del gatto (i primi 3 mesi) oppure essere conseguenti a traumi.

COME POSSIAMO AIUTARLO?

Non è raro che un gatto abbia paura dei rumori forti, specialmente tuoni e fuochi d’artificio. Un gatto che soffre di una profonda paura di rumori forti può iniziare a mostrare un comportamento ansioso ancora prima che inizi il rumore. Il ticchettio della pioggia, bagliori luminosi possono essere sufficienti a scatenare l’ansia.

Rimanere calmi aiuterà il tuo gatto a sentirsi al sicuro. Potresti anche provare a giocare con il tuo gatto per distrarlo dal rumore.

Il tuo invito a giocare può essere rifiutato dal gatto, ma prova comunque perché il gioco potrebbe essere abbastanza allettante da distrarlo.

Non essere troppo protettivi. 

Se lo sgridi rischi di aumentare la sua ansia. Se lo accarezzi o lo prendi in braccio per rassicurarlo confermi le sue paure. Il modo migliore è distrarlo oppure lasciarlo tranquillo nel posto che si è scelto. Possiamo essere presenti accanto a lui, magari parlandogli tranquillamente o possiamo utilizzare la musica o la televisione per affievolire il rumore.

Tieni il gatto  dentro casa, meglio se in una stanza lontana dai possibili rumori e meglio se in penombra. Date le reazioni incontrollabili, se lo lasci all’esterno o sul balcone potrebbe farsi male, scappare oppure, se ai piani alti, buttarsi giù. ( ricordati di togliere da fuori casa anche le gabbie di volatili, roditori e simili!)

Fornisci uno spazio dedicato al gatto

Per aiutare un gatto a sentirsi più sicuro in casa, dovrai fornirgli un nascondiglio sicuro dove non sarà disturbato. Potrebbe essere sotto un letto, dietro un divano o in un angolo lontano della casa. Se il tuo gatto ha scelto un posto dove gli piace nascondersi, lascialo da solo, indisturbato, quando si trova in questa zona. Se il gatto ha problemi a trovare un posto sicuro, prova a fornirne uno con una scatola, una cuccia chiusa o una aperta con una coperta appoggiata sopra, un tunnel… Puoi anche lasciare aperto l’armadio dove può infilarsi!

Prova a desensibilizzare il tuo gatto ai rumori forti così il suono diventerà normale per lui. Questo ovviamente va fatto molto tempo prima e di solito viene fatto facendo ascoltare al gatto il rumore del  tuono/fuochi d’artificio, registrati a basso volume e a brevi intervalli, mentre monitori il suo comportamento. Questo processo è lungo e richiede pazienza, ma alla fine il tuo gatto sarà molto più a suo agio durante questi eventi.

Costruisci la fiducia reciproca

I gatti possono superare la paura quando si fidano delle persone che li circondano. Formare una relazione di fiducia con un gatto pauroso richiederà tempo e pazienza, ma con la perseveranza alla fine riuscirai a formare un legame duraturo. Quando il gatto si avvicina, parlagli tranquillamente e dolcemente e cerca di non fare movimenti improvvisi.

Non forzare mai il tuo gatto a starti vicino o avere interazioni fisiche con te. Alcuni proprietari rimuovono ai loro gatti i nascondigli nel tentativo di forzare il gatto a viver liberamente in casa. Questo, però, non farà che intensificare la sua paura. Lascia che il gatto venga da te quando si sente pronto. Puoi stimolarlo con premi in snack o giocattoli e se perseveri e mantieni costantemente un atteggiamento e un tono calmo e rassicurante, alla fine inizierà a fidarsi di te.

Quando il gatto si avvicina rimani sempre calmo e rilassato e non toccarlo. Muoviti sempre lentamente e accarezza dolcemente il tuo gatto solo dopo che si è sistemato ed è tranquillo.

POSSIAMO USARE QUALCHE RIMEDIO NATURALE?

Rimedi alle erbe ed integratori

Esistono numerosi composti presenti in natura pubblicizzati come alternative anti-ansia sicure ai farmaci da prescrizione, ad esempio Valeriana, Magnolia, Passiflora, Lavanda.

Ci sono un certo numero di nutraceutici che hanno proprietà ansiolitiche. Un composto di particolare interesse è il peptide che troviamo nel latte di mucca, alfa-casozepina. In commercio trovate Zylkene.

La L-teanina, estratta dal tè verde, ha proprietà ansiolitiche. In commercio trovate Anxitane.

 

 

 

 

PICA: INGERIRE MATERIALI NON COMMESTIBILI

I gatti amano cacciare e catturare le loro prede, anche se vivono solamente all’interno e sono cibati dall’umano, mantengono questo istinto fondamentale per la loro sopravvivenza. Bisogna fare attenzione, però, perché ci sono alcuni giochi che noi lasciamo a disposizione del gatto o altri oggetti ch,e  se lasciati incustoditi, potrebbero essere  ingeriti e causare danni potenzialmente gravi al tratto intestinale. 

Si tratta di cordicelle, nastri, fili, spaghi, lacci delle scarpe, elastici  ecc…

Tutti gli oggetti con corde  potrebbero essere allettanti e indurre il gatto a masticare le piume o appunto le parti in corda.

Perché i gatti mangiano queste cose?

Mangiare oggetti non commestibili  è anche una condizione chiamata pica, e le ragioni variano, ma spesso può essere correlata a stress, noia, comportamento di ricerca di attenzione, comportamento di gioco, o al semplice fatto che l’oggetto abbia un sapore / un buon odore per il gatto. Se un animale mangia una stringa o un oggetto simile, viene definito un “corpo estraneo lineare”. Cosa succede se un gatto ingerisce un corpo estraneo lineare? L‘intestino può bloccarsi o essere lacerato mentre la corda si lega durante la peristalsi intestinale (contrazioni muscolari che determinano un movimento ondoso).

I segni e i sintomi che ci fanno sospettar di questo evento:

  • Vomito 
  • Anoressia o diminuzione dell’appetito
  • Sforzo nel defecare o diarrea
  • Addome doloroso
  • Febbre
  • Depressione
  • Disidratazione (a causa del vomito)

In questo caso bisogna immediatamente  chiamare il veterinario non appena si nota che il gatto ha mangiato la stringa.

Come mai le stringhe sono pericolose per i gatti?

Il tessuto della lingua del gatto è composto da migliaia di papille coniche formate da cheratina, a stessa sostanza di cui sono fatte le unghie e i capelli, curvate a uncino verso la gola. Tali papille, simili a spine,  sono utili quando i gatti si leccano per rimuovere il pelo morto e sembra che permettano al gatto di  raschiare a fondo le ossa delle prede catturate.

La direzione contraria di queste spine non permette ad un gatto di sputare qualcosa una volta che entra in bocca. I tessuti sono facilmente catturati sulle papille, e quindi l’oggetto può essere ingoiato solo se il gatto riesce ad agganciarlo con le zampe ed estrarlo.

Questo significa che quando un gatto inghiotte una stringa o un altro oggetto simile, è molto probabile che sviluppi un corpo estraneo lineare. Ciò significa che si deposita da qualche parte come intorno alla base della lingua e nella parte inferiore dello stomaco, dove si svuota nell’intestino tenue.

Il tratto intestinale tenta di spostare la corda lungo come farebbe con qualsiasi altro suo contenuto.

L’intestino può anche strattonare così forte il corpo estraneo che si strappa attraverso il tessuto. Ciò si traduce in una condizione grave chiamata peritonite, condizione molto grave che può provocare la morte se non viene curata. Il corpo estraneo deve essere rimosso chirurgicamente.

Le stringhe o qualsiasi oggetto simile a una corda possono anche avvolgersi attorno a qualsiasi parte di un gatto che sta giocando con esso! Questo include le estremità come le zampe, la coda e il collo. Il flusso di sangue può bloccarsi se le zampe sono avvolte strettamente nella corda. I gatti con una corda intorno al collo di solito iniziano a correre freneticamente per tutta la casa cercando di scappare. Questo significa  che l’altra estremità della stringa  può agganciarsi su un altro oggetto, causando l’asfissia e la morte.

Come evitare tutto questo?

  • Tieni corde, fili, elastici, corde, filo, spago, e altri oggetti simili a corde, in un luogo sicuro in cui il gatto non può raggiungerli.
  • Presta particolare attenzione ai gattini perché sono ancora più propensi ad entrare in spazi ristretti che nemmeno ti aspetti, cercando guai.
  • Se giochi con i giochi a cannetta, mettili via quando hai finito, in modo che il gatto non possa giocare senza supervisione. 
  • Stai particolarmente attento alle stringhe che si trovano nei sacchi dell’immondizia. Il gatto può anche  rovesciare i bidoni della spazzatura e trovarli. Tieni il cestino dentro un armadio chiuso o con un coperchio.

Se riesci a vedere la corda avvolta intorno alla lingua del tuo gatto, NON tirarla! 

Se vedi una corda proveniente dal retto del tuo gatto, NON tirarla. 

Porta subito il tuo gatto dal veterinario se il tuo gatto ingoia un oggetto di questo tipo.

Se non sei consapevole che il tuo gatto ha ingoiato una corda, ma ti accorgi che non sta mangiando, sta provando a vomitare ma non riesce, o è letargico, portalo subito dal veterinario .

In definitiva perché il gatto lo fa?

Ecco qui di seguito alcune cause: 

Svezzamento precoce: si tratta di abitudine che può anche comparire  nei gatti che sono stati svezzati troppo presto.

Carenze dietetiche: alcuni gatti mangiano la sabbietta se soffrono di anemia. E  attenzione, può avvenire anche con un ingestione esagerata di erba. Anche se è normale che i gatti mangiano un pò di erba, mangiare tanto materiale vegetale potrebbe indicare che manca qualcosa nella dieta del gatto. Per alcuni gatti, il consumo di erba può eventualmente progredire alla masticazione delle piante d’appartamento. Questa abitudine può essere pericolosa perché molte piante d’appartamento, come gigli, tulipani, crisantemi ed edera inglese, sono velenose per i gatti o possono causare disturbi gastrointestinali.

Problemi medici: pica è anche associata a leucemia felina e virus dell’immunodeficienza felina e può essere scatenata da condizioni come il diabete o tumori cerebrali.

Predisposizione genetica: per alcuni gatti, la pica sembra essere nei loro geni. Il succhiamento atipico, in genere di  lana, a volte è un precursore della pica, ed è visto più frequentemente nei gatti siamesi e birmani.

Fattori ambientali: il gatto potrebbe essere annoiato o cercare attenzioni. Ha forse bisogno di più stimoli mentali o fisici? 

Disturbo compulsivo: una volta escluse altre possibilità, bisogna indagare se il comportamento può essere un disturbo compulsivo. In questo caso va interpellato un consulente comportamentale.

Sebbene la pica felina si presenti più frequentemente nei gatti giovani, può comparire anche nei gatti più anziani.

Se un gatto semplicemente succhia lana o altri oggetti morbidi, di solito non è un problema, mordicchiare un pò di carta o masticare occasionalmente un sacchetto di plastica.

Diventa una preoccupazione quando iniziano a ingerire materiali non commestibili. Questo perché gli oggetti indigesti potrebbero portare a blocchi intestinali, che potrebbero essere mortali, come abbiamo già detto.

Cosa fare se il gatto ci sveglia la notte?

I gatti dormono per lunghe ore, ma quando sono svegli, possono essere molto attivi. Di solito questi momenti di attività si verificano durante la notte. Se il tuo gatto tenta di svegliarti dopo che sei andato a letto, potrebbe voler giocare, mangiare o semplicemente godere della tua compagnia.

L’antenato del gatto, è un felino per lo più notturno. L’addomesticamento ha spostato i modelli di attività del nostro gatto domestico per essere più diurni (sveglio durante il giorno), ma la maggior parte dei gatti tende ancora a svegliarsi almeno due volte durante la notte.

La prima cosa da fare è escludere dei problemi medici

Se il tuo gatto gironzola irrequieto in casa di notte miagolando o piangendo, potrebbe essere affetto da un problema medico che causa dolore o disagio. Porta il tuo gatto dal veterinario per escludere problemi medici, specialmente se noti che miagola eccessivamente durante il giorno e di notte.

Cosa fare se il tuo gatto ti tiene svegliato di notte

Se il tuo gatto ti disturbi mentre dormi, ecco cosa fare:

  • Pianifica alcune sessioni di gioco interattive con il tuo gatto durante la serata. Prova a usare giocattoli che possano imitare il movimento di topi e uccelli. Giochi con palline da ping-pong, palline morbide e giocattoli pelosi sono ottimi per i gatti che amano afferrare. Gioca fino a quando il tuo gatto sembra stanco.
  • Dai da mangiare al tuo gatto un pasto principale poco prima di andare a letto. I gatti tendono a dormire dopo un pasto abbondante. Se il tuo gatto continua a svegliarti durante la notte per il cibo, acquista un alimentatore a tempo che puoi riempire e impostare per erogare una o due volte durante la notte. Se il tuo gatto ha fame, imparerà ad aspettare invece di darti fastidio mentre stai dormendo. Integrare una serie di attività di arricchimento per mantenere il tuo gatto occupato durante le ore diurne. Più attivo è il tuo gatto durante il giorno, più è probabile che dorma la notte.

Anche se non pensi che il tuo gatto sia annoiato, un gatto che vive solo all’interno ha bisogno di essere appagato e soddisfatto per il suo benessere e per evitare l’insorgenza di problemi comportamentali futuri dovuti a stress.

  • I gatti che mancano di arricchimento possono diventare aggressivi nel ​​gioco, sia con le persone che con altri animali domestici.
  • I cuccioli senza opportunità di sfogo di energie  spesso tormentano i loro umani per giocare in orari inappropriati del giorno e della notte. Possono anche agire in modo distruttivo su mobili, piante o altri oggetti della casa.
  • I gatti privi di arricchimento ambientale possono diventare solitari e sono più propensi a ritirarsi da nuove persone o oggetti che entrano in casa rispetto ai gatti che sono spesso esposti a una varietà di stimoli.

Cosa possiamo fare?

  • Fornisci una varietà di giocattoli per il tuo gatto. Alcuni gatti preferiscono giocattoli che possono lanciare e afferrare. Altri gatti preferiscono giocattoli che richiedono la partecipazione del proprietario, come quelli a cannetta. Stimolare al gioco comporta opportunità di “cacciare”, quindi muovi i giocattoli in modo tale da imitare i movimenti di un roditore o di un uccello. Introduci periodicamente nuovi giocattoli per evitare che il tuo gatto si stia annoiando con i suoi giocattoli. 
  • Fornisci oggetti per il tuo gatto da esplorare, come scatole di cartone, sacchetti di carta, carta da imballaggio e giocattoli che la incoraggiano a indagare su vari buchi con le sue zampe. Ruota frequentemente gli oggetti di gioco in modo che il tuo gatto non si annoi.
  • Fornisci diversi piccoli pasti al giorno piuttosto che uno o due pasti abbondanti oppure lascia il cibo sempre disponibile nella giusta quantità.
  • Se hai lo spazio, costruisci uno spazio esterno recintato dove il tuo gatto può trascorrere del tempo durante il giorno.
Pages:1234»