Giochi Problem Solving per gatti

Il gioco è una parte importante dello sviluppo di un gattino, e rimane importante anche da adulto per la salute mentale e fisica fino alla vecchiaia. Bastano pochi minuti di esercizio e arricchimento ogni giorno per aiutare il gatto a mantenere vivo  il suo interesse mantenerlo adeguatamente stimolato anche in un ambiente interno.

Giocare con il tuo gatto costruisce e rafforza il vostro legame, ma è altrettanto importante provvedere a diversi modi divertenti per migliorare la sua intelligenza e tenerlo occupato anche quando non ci sei.

I gatti hanno 300 milioni di neuroni, quasi il doppio di quelli dei cani, e la struttura del loro cervello è del 90 percento simile al cervello umano.

I gatti imparano per tentativi ed errori, osservazione e imitazione. Infatti, un gatto può imparare molte cose – aprire gli armadi, schiacciare gli interruttori della luce o anche usare il wc – solo osservando qualcuno mentre svolge queste attività.

Il gatto lavora molto bene con il cibo perché  il cibo lo stimola molto. Ecco perché si utilizzano i puzzle alimentari. Molti sono  disponibili sul mercato, usati con il cibo secco e umido o con gli snack per gatti, oppure fatti in casa con cartoni e bottiglie d’acqua. I puzzle alimentari sono considerati uno dei modi migliori per far ragionare il gatto e sono facili da preparare a casa.

Come fai divertire il gatto e allenare la sua mente?

Ecco alcuni esempi di giochi di Problem soling che si trovano in commercio.

 

Il gioco labirinto lo aiuta a pensare mentre cerca di capire come ottenere gli snack all’interno attraverso ogni livello del gioco finché non cadono in fondo. E Quando il tuo gatto lo capisce, puoi aumentare il livello di difficoltà.

 

 

 

Scatola dei giocattoli. Qui puoi usare una varietà di giocattoli e snack per intrattenere il gatto. Questo gioco stimola la mente del gatto e l’istinto di caccia. Vanno usati giocattoli che siano abbastanza piccoli da essere inseriti nei fori, come topi o palline.

 

 

Se non vuoi usare gli snack perchè, magari il tuo gatto ha problemi di alimentazione, puoi invece lasciare che lavori sulla rimozione dei giocattoli dal puzzle. Anche qui ci sono più livelli di difficoltà.

 

Vediamo ora i giochi che possiamo invece creare noi manualmente.

Un puzzle di cibo o un dispenser di catnip!

Basta fare un buco nel rotolo di carta igienica o carta da cucina assorbente e far scorrere un grosso filo e annodare. Piegare le estremità. Realizza tutti i buchi che desideri per dispensare il cibo! Puoi poi appendere e lasciare che il gatto si diverta.

Si può utilizzare anche una bottiglietta di plastica.

 

 

 

 

Prendi una scatola bassa e fai dei fori di dimensione adatta per far entrare  le zampe del gatto. Quindi posiziona cibo e giocattoli all’interno! Puoi utilizzare anche un contenitore in cartone per le uova!

 

Si può utilizzare anche semplicemente un contenitore in plastica per cubetti del ghiaccio in cui inseriamo il cibo, anche umido in questo caso.

 

Si può utilizzare una scatola in cui fare dei buchi e inserire all’interno dei fondi di bottiglia di plastica il cui contenuto saranno alcun snack appetitosi da estrarre con la zampa! 

 

 

 

 

 

 

 

Questo è molto interessante, a più livelli, ed è considerato uno dei puzzle di cibo più facile da realizzare a casa, che richiede un pezzo di cartone piatto su cui puoi incollare dei rotoli di carta igienica e contenitori di plastica, mettendo del cibo nelle aperture per aiutare il gatto a mangiare lentamente. Sì, questo gioco è davvero indicato per i gatti troppo voraci o obesi, posizionando una parte del cibo quotidiano all’interno del gioco.

Come aumentare gli stimoli e limitare l’ansia

La vita di Micio in natura è molto diversa da quella che trova e vive in casa, ma con un pò di impegno possiamo rendere il territorio di casa un luogo in cui Micio apprezzerà vivere e non manifesterà disordini comportamentali, stress o ansia, ma vivrà una vita piacevole, serena e nel rispetto delle sue caratteristiche di specie.

Sì, perchè dobbiamo sempre ricordarci che condividiamo la vita e la casa con una specie differente dalla nostra, con esigenze e istinti totalamente diversi che però, vanno soddisfatti ed esibiti con naturalezza.

La casa, per un gatto che vive solo all’interno, è il suo vero e proprio territorio, ovvero il centro della sua vita! Il territorio è l’elemento più importante nella vita di un gatto e quando questo viene cambiato, modificato, quando non risulta sicuro per Micio o viene “invaso” da un altro gatto (ad esempio quando introduciamo un nuovo Micio), cominciano i problemi! Pipì fuori dalla cassettina, feci esposte, graffiature esagerate ecc…

Per evitare o risolvere dobbiamo per prima cosa assicurarci che il territorio per Micio sia visto come un luogo sicuro, in cui trova tutto ciò che necessita per soddisfare il suoi bisogni e istinti naturali ovvero cacciare, cibarsi, eliminare, riposare, per citarne solo alcuni.

Il territorio esterno provoca due reazioni nel gatto: stimolazione e ansietà.

Il gatto è un predatore nato e l’esterno è per lui fonte di caccia. Ci sono molti piccoli animali che stimoleranno il suo istinto di caccia e dedicherà diverso tempo nell’arco della giornata a battute di caccia.

Nel suo territorio potrebbe anche però incontrare un altro gatto o un altro predatore! Eh sì, perchè il gatto in natura è predatore, ma anche preda! Qindi il territorio deve essere percepito come sicuro e in grado di limitare l’ansietà di Micio.

Se Micio vive solo all’interno questi due elementi saranno comunque impressi nella sua mente: stimolazione e ansietà. Il nostro compito è quello di rendere il territorio casalingo il più stimolante possibile e limitare al massimo l’ansietà territoriale, soprattutto se Micio convive con più gatti o altri animali.

Il gioco è sicuramente il metodo più soddisfacente per permettere a Micio di esibire tecniche di caccia e fare esercizio. Non solo, ma il gioco stimola la mente, aiuta a perfezionare le tecniche e soddisfa il gatto!

Clicca qui per idee e consigli sul gioco

La prima cosa da fare,comunque, è quella di cambiare la nostra prospettiva del territorio del nostro gatto. Siamo così abituati a vivere la nostra vita in orrizzontale che pensiamo tutto in questi termini. Micio, però, vede e vive il suo mondo non solo in orrizzontale, ma anche in verticale!

Se guardiamo ad una qualsiasi stanza in casa nostra ci accorgeremo subito che gli unici mobili che si estendono in verticale, sono librerie e armadi. Ecco perchè spesso ritroviamo Micio proprio lassù…con il rischio però che i nostri preziosi soprammobili facciano una fine terribile!

Tende e stipiti delle porte sono ottimi per le arrampicate e i divani e tappeti per farsi le unghie!

Insomma, tutto quello che non vorremmo accadesse è esattamente quello che accade!

Tutto questo perchè non abbiamo pensato a casa nostra come al territorio naturale del nostro gatto. Se non vuoi che Micio utilizzi divani e tende, librerie ecc… devi fornire dei luoghi e degli oggetti adeguati perchè lui possa vivere serenamente nel suo territorio esprimendo le sue caratteristiche di specie, senza rendere casa nostra una giungla!

Se in casa abbiamo più gatti, gli spazi verticali aiutano a mantenere un clima pacifico. Ogni postazione verticale che aggiungi in casa è un aumento del territorio in verticale. Più aumentiamo il territorio, più l’armonia tra i gatti residenti sarà stabilita.

Se ci sono già in atto dei disordini comportamentali allora devi cominciare subito ad incrementare il territorio in verticale!

Più rifugi per nascondersi, postazioni in verticale per osservare potenziali “nemici”, area eliminazione in un luogo sicuro e poco frequentato, postazioni da vedetta vicino a finestre, sono tutti accorgimenti territoriali che possono aiutare Micio a sentirsi meno ansioso e vulnerabile.

Scopri come, clicca qui

IL GATTO IPERATTIVO: AIUTO NON SI FERMA MAI!

Ci sono molti gatti con personalità abbastanza estreme che si lanciano sui nostri piedi per morderli, che non fanno altro che correre per la casa, arrampicarsi dappertutto, attaccando utilizzando denti e unghie, saltando sul tavolo, masticando tutto ciò che trovano, riducendo a brandelli il nostro divano.
Insomma gatti che non si fermano mai!
Anche quando cerchiamo di coccolarli, di tenerli tra le nostre braccia, non stanno mai fermi.

Alla fonte di questo problema possono esserci diverse situazioni:
Sono sempre al centro dell’attenzione, ma mancano di poca stimolazione nell’ambiente o nella relazione. In questo modo esplorano il proprio ambiente utilizzando qualunque cosa o chiunque che possa spingerli a sviluppare i loro modelli naturali di comportamento ovvero i comportamenti predatori. Il fatto di saltare dappertutto su tavoli e mobili senza distogliersi in nessun modo da questo comportamento, denota una forte spinta ad andare alla scoperta di cose nuove, di nuovi stimoli. Molto spesso è mancato l’adeguato contatto con mamma e fratellini nel periodo più importante di imprinting e di socializzazione e di sviluppo del gatto, che arriva fino ai tre mesi di vita. Possiamo in questo caso intervenire per una modificazione comportamentale del gatto che avverrà solo se cambia il comportamento del padrone.

1. Rendere più impegnativa l’acquisizione di cibo
Trovare il cibo è molto stimolante per il gatto. Se noi lasciamo a disposizione, in un luogo scontato, il cibo, il gatto perde lo stimolo e l’impegno di trovare il suo cibo ogni giorno. Potremmo fare in modo che l’acquisizione di cibo diventi più impegnativa per il gatto e anche più stimolante imitandone la naturale ricerca.

In questo modo non solo il gatto ha possibilità di fare movimento ed impegnarsi mentalmente nella ricerca di cibo, ma sicuramente questa ricerca risulta più divertente e più stimolante. Possiamo nascondere delle piccole quantità di cibo all’interno di alcuni contenitori che possiamo distribuire per la casa. Vanno benissimo i giochi di intelligenza in cui possiamo nascondere del cibo. Possiamo anche spargere dei buoni croccantini in punti differenti della casa ad esempio sopra il tiragraffi, dietro qualche mobile ecc… in questi casi l’acqua è importante che sia lontana dal cibo.

2. Maggiore interazione con l’essere umano
Si possono fare dei giochi interattivi tra umano e gatto in una o più sessioni durante il giorno attraverso le cannette o Fishing toy per esaurire un’po’ della sua energia e per consolidare la nostra relazione.

3. Arricchimento ambientale
Possiamo spargere in giro per la casa scatole di cartone, sacchetti di carta privati dei manici, tutti oggetti che eventualmente il gatto può utilizzare e può distruggere se ne ha necessità.

4. Tiragraffi
Il tira graffi dev’essere della della dimensione giusta per il gatto, per incoraggiarlo ad utilizzarlo. Non solo, ma deve essere posizionato in luoghi opportuni nel suo territorio. Si può incoraggiare ad utilizzare il tiragraffi utilizzando le cannette, agitandole per giocare intorno alla base del tiragraffi per associare quest’ultimo ad un’attività divertente e positiva.

Forse non basterà un tiragraffi solo, ma ne dovremmo aggiungere un altro, oppure aggiungere delle mensole sulle quali il gatto può fare un percorso anche in verticale o delle scalette con dei giochi a sorpresa sopra. Aggiungere giacigli personali e appartati.

5. Aggiungere vasi di erba gatta proteggendo la terra perché non venga scavata.

Un gatto iperattivo è solamente un gatto che ha più bisogno di sfogare le sue energie e quindi ha bisogno di un maggior stimolo ambientale nel suo territorio di casa.