Comportamento, psicologia, etologia, relazione e benessere del gatto

Come abituare il gatto ad andare dal veterinario

Bisogna abituare il gatto ad andare dal veterinario fin da piccolo. Già da cucciolo bisogna abituarlo a tutte le manipolazioni che comunemente si fanno dal veterinario: farsi aprire la bocca, controllare le orecchie, tastare la pancia. Bisogna ricordarsi che dopo ogni “esercizio” di questo tipo va dato un premio in cibo. Quindi, tranquillamente a casa, noi possiamo abituare il nostro gattino ad essere manipolato in questo modo, dando dei premietti alla fine.

Il gatto va portato regolarmente dal veterinario, anche soltanto per una visita di controllo, almeno una/due volte all’anno. Se il gatto è particolarmente spaventato va fissato un appuntamento in cui si è certi che non ci siano altri animali presenti in sala d’aspetto. Il gatto va portato nella sua gabbietta e non in braccio perché potrebbe spaventarsi e scappare. Il trasportino ideale è  quello a  rete in metall,o perché permette al gatto di guardare fuori e perché, nel caso di troppa paura o aggressività, il veterinario può fare più facilmente eventuali iniezioni attraverso le sbarre. Il cassetto in queste gabbiette è estraibile e quindi si può tirare fuori il gatto senza stressarlo e senza tirarlo fisicamente. È preferibile coprire la gabbietta con un pezzo di stoffa, soprattutto d’inverno. Nella gabbietta non vanno messi oggetti e non vanno messe troppe coperte o ciotole.

Per abituare il gatto al trasportino, invece, questo va lasciato in casa a portata di mano, aperto come se fungesse da cuccia. Si possono inserire all’interno anche delle crocchette per attirare il gatto e dare, in questo modo, un’associazione positiva al trasportino. La presenza del trasportino aperto in casa serve fare in modo che il gatto si abitui alla sua presenza. Se presentiamo trasportino al gatto solamente quando dobbiamo portarlo dal veterinario, sarà normale che il gatto non ci vorrà entrare. Il gatto va preso e  messo nel trasportino senza esitazione altrimenti conoscerà le nostre intenzioni e non si farà prendere! Nel caso puntasse le zampe bisogna farlo entrare dall’alto a testa in su e non in giù. I gatti più golosi possono essere attirati con del cibo messo in fondo al trasportino.

In sala d’aspetto non va mai aperta la portella del trasportino perché il gatto si trova in un ambiente nuovo, ricco di odori, di altri gatti ed i cani e quindi è sicuramente spaesato e impaurito. Non bisogna farlo uscire da trasportino e prenderlo in braccio. Il trasportino, se ben coperto, è in realtà considerato una fonte di sicurezza, un luogo in cui il gatto può sentirsi sicuro anche in mezzo a tanti altri animali a tanti odori e a tanti rumori.

trasportino a rete

Va abituato ad essere toccato in un determinato modo, ovvero come sarebbe toccato dal veterinario durante la visita. Si possono fare dei regolari check-up di prova a casa propria, per abituarlo così da rendere l’esperienza della visita dal veterinario più familiare.

Noi conviventi, dovremo rimanere sempre molto calmi, tranquilli e rilassati sia mentre cerchiamo di far entrare il gatto nel trasportino sia durante l’attesa della visita dal veterinario, perché i gatti percepiscono le nostre ansie e riescono a rimanere calmi se noi siamo, prima di tutto, calmi. Utilizziamo un tono di voce tranquillo, parliamogli in modo molto pacato.

Sempre da cuccioli è importante abituare i gattini alla macchina, così ogni volta che ne avremo la necessità, non solo di portarli dal veterinario, ma anche di spostarli per qualche motivo, la macchina non sarà una fonte di stress e di agitazione. Possiamo abituare il gattino a fare brevi viaggi in macchina anche senza un obiettivo preciso. Anche mentre il gatto si trova nel trasportino gli si può dare un premio sotto forma di cibo e rassicurarlo con la nostra voce. Una volta introdotto il gatto nel trasportino si può applicare una o due gocce di olio essenziale alla lavanda sulla sua fronte per tranquillizzarlo, oppure spruzzare all’interno del trasportino un po’ di acqua con una due gocce di lavanda. La copertina che va messa all’interno del trasportino, può essere anche un indumento nostro, che porta il nostro odore o comunque l’odore della casa.

Non vanno mai introdotti due gatti nello stesso trasportino.

Seguendo qiesti semplici consigli renderete le visite dal veterinario, più tranquille e serene per Micio!

Share this post
  , , , ,


2 thoughts on “Come abituare il gatto ad andare dal veterinario

  1. Molto interessante alcune cose le conoscevo altre tipo usare l’olio di lavanda per tranquillizzare mi è nuova e proverò.
    Grazie di questo e tanti altri consigli utili.
    Adelasia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *