Giochi Problem Solving per gatti

Il gioco è una parte importante dello sviluppo di un gattino, e rimane importante anche da adulto per la salute mentale e fisica fino alla vecchiaia. Bastano pochi minuti di esercizio e arricchimento ogni giorno per aiutare il gatto a mantenere vivo  il suo interesse mantenerlo adeguatamente stimolato anche in un ambiente interno.

Giocare con il tuo gatto costruisce e rafforza il vostro legame, ma è altrettanto importante provvedere a diversi modi divertenti per migliorare la sua intelligenza e tenerlo occupato anche quando non ci sei.

I gatti hanno 300 milioni di neuroni, quasi il doppio di quelli dei cani, e la struttura del loro cervello è del 90 percento simile al cervello umano.

I gatti imparano per tentativi ed errori, osservazione e imitazione. Infatti, un gatto può imparare molte cose – aprire gli armadi, schiacciare gli interruttori della luce o anche usare il wc – solo osservando qualcuno mentre svolge queste attività.

Il gatto lavora molto bene con il cibo perché  il cibo lo stimola molto. Ecco perché si utilizzano i puzzle alimentari. Molti sono  disponibili sul mercato, usati con il cibo secco e umido o con gli snack per gatti, oppure fatti in casa con cartoni e bottiglie d’acqua. I puzzle alimentari sono considerati uno dei modi migliori per far ragionare il gatto e sono facili da preparare a casa.

Come fai divertire il gatto e allenare la sua mente?

Ecco alcuni esempi di giochi di Problem soling che si trovano in commercio.

 

Il gioco labirinto lo aiuta a pensare mentre cerca di capire come ottenere gli snack all’interno attraverso ogni livello del gioco finché non cadono in fondo. E Quando il tuo gatto lo capisce, puoi aumentare il livello di difficoltà.

 

 

 

Scatola dei giocattoli. Qui puoi usare una varietà di giocattoli e snack per intrattenere il gatto. Questo gioco stimola la mente del gatto e l’istinto di caccia. Vanno usati giocattoli che siano abbastanza piccoli da essere inseriti nei fori, come topi o palline.

 

 

Se non vuoi usare gli snack perchè, magari il tuo gatto ha problemi di alimentazione, puoi invece lasciare che lavori sulla rimozione dei giocattoli dal puzzle. Anche qui ci sono più livelli di difficoltà.

 

Vediamo ora i giochi che possiamo invece creare noi manualmente.

Un puzzle di cibo o un dispenser di catnip!

Basta fare un buco nel rotolo di carta igienica o carta da cucina assorbente e far scorrere un grosso filo e annodare. Piegare le estremità. Realizza tutti i buchi che desideri per dispensare il cibo! Puoi poi appendere e lasciare che il gatto si diverta.

Si può utilizzare anche una bottiglietta di plastica.

 

 

 

 

Prendi una scatola bassa e fai dei fori di dimensione adatta per far entrare  le zampe del gatto. Quindi posiziona cibo e giocattoli all’interno! Puoi utilizzare anche un contenitore in cartone per le uova!

 

Si può utilizzare anche semplicemente un contenitore in plastica per cubetti del ghiaccio in cui inseriamo il cibo, anche umido in questo caso.

 

Si può utilizzare una scatola in cui fare dei buchi e inserire all’interno dei fondi di bottiglia di plastica il cui contenuto saranno alcun snack appetitosi da estrarre con la zampa! 

 

 

 

 

 

 

 

Questo è molto interessante, a più livelli, ed è considerato uno dei puzzle di cibo più facile da realizzare a casa, che richiede un pezzo di cartone piatto su cui puoi incollare dei rotoli di carta igienica e contenitori di plastica, mettendo del cibo nelle aperture per aiutare il gatto a mangiare lentamente. Sì, questo gioco è davvero indicato per i gatti troppo voraci o obesi, posizionando una parte del cibo quotidiano all’interno del gioco.

Cosa fare se il gatto ci sveglia la notte?

I gatti dormono per lunghe ore, ma quando sono svegli, possono essere molto attivi. Di solito questi momenti di attività si verificano durante la notte. Se il tuo gatto tenta di svegliarti dopo che sei andato a letto, potrebbe voler giocare, mangiare o semplicemente godere della tua compagnia.

L’antenato del gatto, è un felino per lo più notturno. L’addomesticamento ha spostato i modelli di attività del nostro gatto domestico per essere più diurni (sveglio durante il giorno), ma la maggior parte dei gatti tende ancora a svegliarsi almeno due volte durante la notte.

La prima cosa da fare è escludere dei problemi medici

Se il tuo gatto gironzola irrequieto in casa di notte miagolando o piangendo, potrebbe essere affetto da un problema medico che causa dolore o disagio. Porta il tuo gatto dal veterinario per escludere problemi medici, specialmente se noti che miagola eccessivamente durante il giorno e di notte.

Cosa fare se il tuo gatto ti tiene svegliato di notte

Se il tuo gatto ti disturbi mentre dormi, ecco cosa fare:

  • Pianifica alcune sessioni di gioco interattive con il tuo gatto durante la serata. Prova a usare giocattoli che possano imitare il movimento di topi e uccelli. Giochi con palline da ping-pong, palline morbide e giocattoli pelosi sono ottimi per i gatti che amano afferrare. Gioca fino a quando il tuo gatto sembra stanco.
  • Dai da mangiare al tuo gatto un pasto principale poco prima di andare a letto. I gatti tendono a dormire dopo un pasto abbondante. Se il tuo gatto continua a svegliarti durante la notte per il cibo, acquista un alimentatore a tempo che puoi riempire e impostare per erogare una o due volte durante la notte. Se il tuo gatto ha fame, imparerà ad aspettare invece di darti fastidio mentre stai dormendo. Integrare una serie di attività di arricchimento per mantenere il tuo gatto occupato durante le ore diurne. Più attivo è il tuo gatto durante il giorno, più è probabile che dorma la notte.

Anche se non pensi che il tuo gatto sia annoiato, un gatto che vive solo all’interno ha bisogno di essere appagato e soddisfatto per il suo benessere e per evitare l’insorgenza di problemi comportamentali futuri dovuti a stress.

  • I gatti che mancano di arricchimento possono diventare aggressivi nel ​​gioco, sia con le persone che con altri animali domestici.
  • I cuccioli senza opportunità di sfogo di energie  spesso tormentano i loro umani per giocare in orari inappropriati del giorno e della notte. Possono anche agire in modo distruttivo su mobili, piante o altri oggetti della casa.
  • I gatti privi di arricchimento ambientale possono diventare solitari e sono più propensi a ritirarsi da nuove persone o oggetti che entrano in casa rispetto ai gatti che sono spesso esposti a una varietà di stimoli.

Cosa possiamo fare?

  • Fornisci una varietà di giocattoli per il tuo gatto. Alcuni gatti preferiscono giocattoli che possono lanciare e afferrare. Altri gatti preferiscono giocattoli che richiedono la partecipazione del proprietario, come quelli a cannetta. Stimolare al gioco comporta opportunità di “cacciare”, quindi muovi i giocattoli in modo tale da imitare i movimenti di un roditore o di un uccello. Introduci periodicamente nuovi giocattoli per evitare che il tuo gatto si stia annoiando con i suoi giocattoli. 
  • Fornisci oggetti per il tuo gatto da esplorare, come scatole di cartone, sacchetti di carta, carta da imballaggio e giocattoli che la incoraggiano a indagare su vari buchi con le sue zampe. Ruota frequentemente gli oggetti di gioco in modo che il tuo gatto non si annoi.
  • Fornisci diversi piccoli pasti al giorno piuttosto che uno o due pasti abbondanti oppure lascia il cibo sempre disponibile nella giusta quantità.
  • Se hai lo spazio, costruisci uno spazio esterno recintato dove il tuo gatto può trascorrere del tempo durante il giorno.

PERCHE’ E’ NECESSARIO UN ARRICCHIMENTO AMBIENTALE

Il livello di comfort di un gatto con il suo ambiente è intrinsecamente legato alla sua salute fisica, al suo benessere emotivo e al suo comportamento. E’ pertanto necessario avere una conoscenza di base dei bisogni ambientali specifici della specie gatto e il modo in cui i gatti interagiscono con il loro ambiente.

Diverse patologie, così come i comportamenti felini indesiderati, sono stati associati a situazioni ambientali stressanti. Fornire un ambiente appropriato  nella l

oro casa può prevenire, migliorare o risolvere questi problemi.

I termini “arricchimento ambientale” e “modifiche ambientali” sono stati ampiamente utilizzati in letteratura per riferirsi a cambiamenti ambientali a beneficio del gatto. I gatti spesso non manifestano segni evidenti di stress e ansia.
I bisogni ambientali includono quelli che riguardano, non solo l’ambiente fisico del gatto (al chiuso o all’aperto), ma anche quelli che riguardano l’interazione sociale, comprese le risposte al contatto umano.

Comprendere il comportamento associato ai bisogni ambientali di un gatto consente di migliorare la loro salute e qualità della vita. Al contrario, non riuscire a capire queste esigenze può creare un ambiente in cui i gatti non possono esprimere i loro comportamenti naturali. In alcuni gatti questo può causare stress, comportamenti indesiderati e malattie. Il gatto, oltretutto, tende a non mostrare segni esteriori di debolezza, dolore o malattia. E questo importante comportamento di sopravvivenza spesso ritarda il riconoscimento della malattia da parte degli esseri umani.

I gatti domestici mantengono molti comportamenti del loro antenato selvatico, il Felis Silvestris lybica, il gatto selvatico africano.

I gatti mostrano, ad esempio, una risposta di lotta o fuga come meccanismo protettivo in risposta alla paura. Se i gatti sono costretti a lasciare un territorio familiare (ad esempio, per una visita veterinaria o come risultato di un trasloco domestico), o se u

na minaccia attinente, come un nuovo gatto che entra nel loro territorio possono reagire in uno di questi due modi. Nascondersi, infatti, è un comportamento che i gatti mostrano in risposta a situazioni stressanti e quando vogliono evitare interazioni con altri gatti, animali o persone.

Le risorse ambientali includono:

Cibo, acqua, aree di eliminazione, aree di riposo e sonno e aree elevate . L’accesso a un’area elevata aumenta lo spazio verticale del gatto e gli consente di monitorare l’ambiente. Se tutte le risorse sono collocate in luoghi diversi, i singoli gatti possono evitare di vedere altri gatti, riducendo al minimo la competizione per le risorse, il bullismo e lo stress.
Suoni non familiari possono suscitare paura nel gatto. Il loro eccellente senso dell’olfatto li aiuta a rilevare i segnali chimici e olfattivi (ad esempio i segni di sfregamento) lasciati da un altro gatto.

Gran parte della comunicazione tra gatti è progettata, infatti, per prevenire competizioni sul cibo e sul territorio e per evitare i rischi di combattimenti attivi. I gatti comunicano attraverso la marcatura e la postura. La marcatura è un comportamento normale e include graffi, sfregamento del viso o del corpo sugli oggetti, deposizione verticale di urina, deposizione di feci, specialmente in una famiglia di più gatti.

SPAZI VERTICALI

Permette di incrementare il territorio e di poterlo controllare dall’alto. L’evitamento delle minacce sono fondamentali per la sopravvivenza di questi cacciatori solitari. I gatti preferiscono un territorio familiare in cui hanno consapevolezza del loro ambiente fisico e sociale. Questo senso di controllo fa sentire il gatto a suo agio e riduce lo stress. Parole chiave quindi: prevedibilità, familiarità e routine. Un ambiente fisico che garantisce un ragionevole livello di sicurezza, coerenza e prevedibilità fornisce la base per l’arricchimento. La creazione di uno spazio vitale che mantiene il gatto libero da paura e angoscia e che fornisce una routine giornaliera predeterminabile,  aumenta il senso di controllo ed è il punto di partenza per migliorare il benessere felino.  I gatti sembrano preferire i luoghi di riposo comodi, come cuscini o letti e opzioni che offrono punti di osservazione, al sicuro da persone e altri animali. A causa della loro natura sia come specie predatrice che come preda, i gatti domestici si arrampicano naturalmente per l’osservazione e sicurezza.


Un gruppo di gatti che vivono insieme al chiuso può o meno formare sottogruppi o relazioni sociali a breve distanza. I proprietari devono, quindi, disporre di spazio sufficiente per consentire a ciascun gatto di mantenere una distanza sociale di 1-3 metri (orizzontalmente e verticalmente) quando condividono una stanza. E’ importante fornire più spazi sicuri e comodi per evitare la competizione per tutte le risorse. Uno dei mezzi per fornire ai gatti “microambienti” sicuri è quello di creare “rifugi sicuri”: rimuove i fattori di stress per ciascun gatto in stanze o spazi separati in zone tranquille della casa.

GRAFFIARE

Graffiare è un normale comportamento del gatto pertanto vanno fornite superfici adeguate come tiragraffi. Per incentivarne l’uso consigliamo di premiare il gatto ogni volta che sale sul tiragraffi con uno snack. Si possono anche collocare snack e giochi sul tiragraffi per attirarlo. Collocare il tiragraffi vicino a una finestra, area riposo o comunque un’altra area favorita dal gatto. Il comportamento della graffiatura mantiene in salute gli artigli ed è una forma di marcatura visiva e feromonica. I substrati preferiti per i graffi variano. Substrati come pali ricoperti di sisal o veri tronchi coperti di corteccia possono essere molto attraenti per alcuni gatti perché permettono al gatto di infilare bene i suoi artigli. I gatti tendono a graffiare oggetti verticali in aree dove trascorrono gran parte del loro tempo. Inoltre graffiano più spesso quando si stiracchiano dopo periodi di riposo o di sonno. Quindi, i tiragraffi dovrebbero essere collocati in aree visibili della casa e in prossimità dei luoghi di riposo preferiti.

GIOCHI INTERATTIVI E DI CACCIA

Giocare più volte al giorno con il proprio gatto! Il gatto necesita di stimolazione ambentale e mentale. Il gioco è una parte importante della vita di un gatto, ma anche della sua reazione con l’umano.
Un ambiente interno arricchito consente ai gatti di esprimere i loro comportamenti naturali, tra cui graffiare, masticare e giocare. Molti di questi comportamenti, anche se normali, possono essere considerati indesiderati dai proprietari di gatti quando vengono esibiti su oggetti come piante, mobili ecc… La frustrazione del proprietario può essere evitata fornendo articoli accattivanti e appropriati come sfogo per questi comportamenti.


Opportuni sfoghi per i comportamenti di gioco sono un aspetto essenziale di qualsiasi programma di arricchimento. I comportamenti di gioco nei gatti sono strettamente correlati alla naturale sequenza predatoria di pedinamento, inseguimento, cattura, morso. Ai gatti piace anche giocare con oggetti che possono raccogliere, lanciare in aria e masticare (mordere).
Un modo sicuro per un proprietario di integrare la necessità di gioco è quello di utilizzare giocattoli che mantengano la distanza tra il gatto e il corpo del proprietario.  Esempi di giocattoli appropriati includono giocattoli con la bacchetta; giocattoli azionati a batteria e semoventi che imitano la preda; palline all’interno di scatole o bacinelle con acqua.  I giocattoli dovrebbero essere ruotati ogni giorno per mantenere la novità e l’interesse.

MANTENERE IL TERRITORIO DI CASA PREVEDIBILE

I cambiamenti, se necessari, devono essere molto graduali. I cambiamenti nel territorio includono cambio mobili o spostamenti mobili. Ogni volta che un cambiamento in una risorsa (ad es. ciotole, cassettone igieniche) viene effettuato, bisogna posizionare la nuova risorsa accanto alla risorsa familiare, questo  consente al gatto di mostrare la sua preferenza per l’uno o l’altro.  L’imposizione di risorse non familiari e indesiderate su un gatto può creare un fattore di stress aggiuntivo nell’ambiente del gatto.

RENDERE IL MOMENTO DELL’ALIMENTAZIONE IL PIU’ NATURALE POSSIBILE

Il gatto è un cacciatore solitario. Come cacciatori solitari, i gatti possono mangiare 10-20 piccole prede al giorno e circa metà dei tentativi di caccia di un gatto non hanno successo.

Giochi interattivi con cibo, collocare il cibo in più punti della casa, nasconderlo perché possa “cacciarlo”, scatole con dentro nascosto il cibo ecc… Sebbene le diete standard possano soddisfare adeguatamente i bisogni nutrizionali dei gatti domestici, la loro presentazione abituale non può promuovere l’espressione di normali comportamenti di caccia (esplorativi). Soddisfare le esigenze nutritive in modi che imitano le preferenze naturali dei gatti fornisce ulteriore arricchimento. I gattini spesso mostrano forti preferenze alimentari basate in gran parte sugli alimenti che hanno incontrato con la madre, anche se questi sono solitamente facilmente modificabili dall’esperienza nell’età adulta. I gatti possono anche mostrare una diminuzione della preferenza per gli alimenti che hanno formato gran parte della loro dieta in passato, il cosiddetto “Effetto monotonia”.


Dato che i gatti si sono evoluti come cacciatori solitari di piccole prede,  i gatti che convivono con altri gatti, possono essere più a loro agio mangiando da ciotole separate poste fuori dalla vista l’una dell’altra. La collocazione di ciotole in aree silenziose, protette da interruzioni da altri animali e lontano da elettrodomestici quali frigoriferi, lavatrici, forni, che possono attivarsi in modo imprevisto, impedisce al gatto di essere disturbato mentre mangia. I gatti che hanno libero accesso al cibo di solito preferiscono consumare diversi piccoli pasti al giorno invece di uno o due pasti abbondanti, tuttavia, l’accesso libero al cibo elimina ogni opportunità per i gatti di esprimere il loro naturale predatore istinti, e questo può contribuire allo sviluppo dell’obesità e ad altri problemi di salute.
I proprietari, quindi,  devono adattarsi alle abitudini alimentari dei loro gatti e aumentare la loro attività quotidiana offrendo cibo in giocattoli  come palle o altri dispositivi progettati specificatamente per rilasciare cibo secco o leccornie quando vengono fisicamente manipolati dai gatti. Altre opzioni includono giocattoli vuoti che possono essere riempiti con cibo umido, che richiede ai gatti di lavorare per rimuovere il contenuto.  I gatti possono anche trarre beneficio da un maggiore contenuto di umidità nella loro dieta, che può essere ottenuto offrendo cibo umido ogni giorno e più stazioni di acqua fresca. Acqua corrente sotto forma di una fontana può anche essere attraente per molti gatti.

COMPAGNIA SOCIALE

I gatti hanno un sistema sociale flessibile. Possono vivere da soli o in gruppo, SE ci sono risorse sufficienti. Quando ci sono fonti di cibo sufficienti, in natura, le femmine possono vivere in colonie e nutrire in modo collaborativo e allevare insieme i loro cuccioli. I maschi hanno generalmente  un territorio più grande, provvedendosi sufficienti risorse per sopravvivere.
I gatti scelgono i loro compagni. Questi “prescelti” mostrano un reciproco affetto con comportamenti quali  allogrooming (leccarsi a vicenda) e allorubbing (sfregarsi l’uno contro l’altro). Riposano e dormono insieme e a volte giocano insieme. In generale, i gatti si sfregano contro i loro amici felini o umani per contrassegnare il loro odore e come segno di familiarità.

 

Come aumentare gli stimoli e limitare l’ansia

La vita di Micio in natura è molto diversa da quella che trova e vive in casa, ma con un pò di impegno possiamo rendere il territorio di casa un luogo in cui Micio apprezzerà vivere e non manifesterà disordini comportamentali, stress o ansia, ma vivrà una vita piacevole, serena e nel rispetto delle sue caratteristiche di specie.

Sì, perchè dobbiamo sempre ricordarci che condividiamo la vita e la casa con una specie differente dalla nostra, con esigenze e istinti totalamente diversi che però, vanno soddisfatti ed esibiti con naturalezza.

La casa, per un gatto che vive solo all’interno, è il suo vero e proprio territorio, ovvero il centro della sua vita! Il territorio è l’elemento più importante nella vita di un gatto e quando questo viene cambiato, modificato, quando non risulta sicuro per Micio o viene “invaso” da un altro gatto (ad esempio quando introduciamo un nuovo Micio), cominciano i problemi! Pipì fuori dalla cassettina, feci esposte, graffiature esagerate ecc…

Per evitare o risolvere dobbiamo per prima cosa assicurarci che il territorio per Micio sia visto come un luogo sicuro, in cui trova tutto ciò che necessita per soddisfare il suoi bisogni e istinti naturali ovvero cacciare, cibarsi, eliminare, riposare, per citarne solo alcuni.

Il territorio esterno provoca due reazioni nel gatto: stimolazione e ansietà.

Il gatto è un predatore nato e l’esterno è per lui fonte di caccia. Ci sono molti piccoli animali che stimoleranno il suo istinto di caccia e dedicherà diverso tempo nell’arco della giornata a battute di caccia.

Nel suo territorio potrebbe anche però incontrare un altro gatto o un altro predatore! Eh sì, perchè il gatto in natura è predatore, ma anche preda! Qindi il territorio deve essere percepito come sicuro e in grado di limitare l’ansietà di Micio.

Se Micio vive solo all’interno questi due elementi saranno comunque impressi nella sua mente: stimolazione e ansietà. Il nostro compito è quello di rendere il territorio casalingo il più stimolante possibile e limitare al massimo l’ansietà territoriale, soprattutto se Micio convive con più gatti o altri animali.

Il gioco è sicuramente il metodo più soddisfacente per permettere a Micio di esibire tecniche di caccia e fare esercizio. Non solo, ma il gioco stimola la mente, aiuta a perfezionare le tecniche e soddisfa il gatto!

Clicca qui per idee e consigli sul gioco

La prima cosa da fare,comunque, è quella di cambiare la nostra prospettiva del territorio del nostro gatto. Siamo così abituati a vivere la nostra vita in orrizzontale che pensiamo tutto in questi termini. Micio, però, vede e vive il suo mondo non solo in orrizzontale, ma anche in verticale!

Se guardiamo ad una qualsiasi stanza in casa nostra ci accorgeremo subito che gli unici mobili che si estendono in verticale, sono librerie e armadi. Ecco perchè spesso ritroviamo Micio proprio lassù…con il rischio però che i nostri preziosi soprammobili facciano una fine terribile!

Tende e stipiti delle porte sono ottimi per le arrampicate e i divani e tappeti per farsi le unghie!

Insomma, tutto quello che non vorremmo accadesse è esattamente quello che accade!

Tutto questo perchè non abbiamo pensato a casa nostra come al territorio naturale del nostro gatto. Se non vuoi che Micio utilizzi divani e tende, librerie ecc… devi fornire dei luoghi e degli oggetti adeguati perchè lui possa vivere serenamente nel suo territorio esprimendo le sue caratteristiche di specie, senza rendere casa nostra una giungla!

Se in casa abbiamo più gatti, gli spazi verticali aiutano a mantenere un clima pacifico. Ogni postazione verticale che aggiungi in casa è un aumento del territorio in verticale. Più aumentiamo il territorio, più l’armonia tra i gatti residenti sarà stabilita.

Se ci sono già in atto dei disordini comportamentali allora devi cominciare subito ad incrementare il territorio in verticale!

Più rifugi per nascondersi, postazioni in verticale per osservare potenziali “nemici”, area eliminazione in un luogo sicuro e poco frequentato, postazioni da vedetta vicino a finestre, sono tutti accorgimenti territoriali che possono aiutare Micio a sentirsi meno ansioso e vulnerabile.

Scopri come, clicca qui

IL GATTO IPERATTIVO: AIUTO NON SI FERMA MAI!

Ci sono molti gatti con personalità abbastanza estreme che si lanciano sui nostri piedi per morderli, che non fanno altro che correre per la casa, arrampicarsi dappertutto, attaccando utilizzando denti e unghie, saltando sul tavolo, masticando tutto ciò che trovano, riducendo a brandelli il nostro divano.
Insomma gatti che non si fermano mai!
Anche quando cerchiamo di coccolarli, di tenerli tra le nostre braccia, non stanno mai fermi.

Alla fonte di questo problema possono esserci diverse situazioni:
Sono sempre al centro dell’attenzione, ma mancano di poca stimolazione nell’ambiente o nella relazione. In questo modo esplorano il proprio ambiente utilizzando qualunque cosa o chiunque che possa spingerli a sviluppare i loro modelli naturali di comportamento ovvero i comportamenti predatori. Il fatto di saltare dappertutto su tavoli e mobili senza distogliersi in nessun modo da questo comportamento, denota una forte spinta ad andare alla scoperta di cose nuove, di nuovi stimoli. Molto spesso è mancato l’adeguato contatto con mamma e fratellini nel periodo più importante di imprinting e di socializzazione e di sviluppo del gatto, che arriva fino ai tre mesi di vita. Possiamo in questo caso intervenire per una modificazione comportamentale del gatto che avverrà solo se cambia il comportamento del padrone.

1. Rendere più impegnativa l’acquisizione di cibo
Trovare il cibo è molto stimolante per il gatto. Se noi lasciamo a disposizione, in un luogo scontato, il cibo, il gatto perde lo stimolo e l’impegno di trovare il suo cibo ogni giorno. Potremmo fare in modo che l’acquisizione di cibo diventi più impegnativa per il gatto e anche più stimolante imitandone la naturale ricerca.

In questo modo non solo il gatto ha possibilità di fare movimento ed impegnarsi mentalmente nella ricerca di cibo, ma sicuramente questa ricerca risulta più divertente e più stimolante. Possiamo nascondere delle piccole quantità di cibo all’interno di alcuni contenitori che possiamo distribuire per la casa. Vanno benissimo i giochi di intelligenza in cui possiamo nascondere del cibo. Possiamo anche spargere dei buoni croccantini in punti differenti della casa ad esempio sopra il tiragraffi, dietro qualche mobile ecc… in questi casi l’acqua è importante che sia lontana dal cibo.

2. Maggiore interazione con l’essere umano
Si possono fare dei giochi interattivi tra umano e gatto in una o più sessioni durante il giorno attraverso le cannette o Fishing toy per esaurire un’po’ della sua energia e per consolidare la nostra relazione.

3. Arricchimento ambientale
Possiamo spargere in giro per la casa scatole di cartone, sacchetti di carta privati dei manici, tutti oggetti che eventualmente il gatto può utilizzare e può distruggere se ne ha necessità.

4. Tiragraffi
Il tira graffi dev’essere della della dimensione giusta per il gatto, per incoraggiarlo ad utilizzarlo. Non solo, ma deve essere posizionato in luoghi opportuni nel suo territorio. Si può incoraggiare ad utilizzare il tiragraffi utilizzando le cannette, agitandole per giocare intorno alla base del tiragraffi per associare quest’ultimo ad un’attività divertente e positiva.

Forse non basterà un tiragraffi solo, ma ne dovremmo aggiungere un altro, oppure aggiungere delle mensole sulle quali il gatto può fare un percorso anche in verticale o delle scalette con dei giochi a sorpresa sopra. Aggiungere giacigli personali e appartati.

5. Aggiungere vasi di erba gatta proteggendo la terra perché non venga scavata.

Un gatto iperattivo è solamente un gatto che ha più bisogno di sfogare le sue energie e quindi ha bisogno di un maggior stimolo ambientale nel suo territorio di casa.

Pages:12»